Chi è Mister Barbis

La mia storia

Io sono un artigiano ad Asti.
Lo sono sempre stato. Anche se ho compiuto 50 anni è indelebile nei miei ricordi quando è nata la mia passione. Credo che avessi 4-5 anni quando capii di essere bravo con le mani: i Lego® erano il mio gioco preferito, costruivo qualsiasi cosa con i mattoncini ed è in quel momento che ho iniziato a provare soddisfazione nel fare le cose con le mie mani. Costruire, disegnare, aggiustare le cose.

Riproduci video

Sono un artigiano ad Asti

Mentre scrivo mi rendo conto di essere stato fortunato: ho sempre perseguito quella sensazione di soddisfazione che scoprii da piccolo e, in tutte le esperienze che ho vissuto, è stato facile scegliere che strada seguire.
Poi ho incontrato la musica. In realtà, non è stato un incontro casuale. In famiglia siamo tutti musicisti: mio zio Giacomo è stato il precursore, primo corno della Rai di Torino! Non ha potuto che trasmettere la sua passione a tutti i suoi figli e nipoti e, di conseguenza, anch’io iniziai a suonare la tromba. Ve lo vedete un artigiano ad Asti che suona la tromba? Mi appassionai e quella disciplina, è stata quel che ha caratterizzato la mia formazione didattica fino al diploma in conservatorio, ottenuto quando avevo circa 20 anni.

Nel frattempo non ho mai perso di vista la mia vera attitudine. Mio padre Bruno ha sempre avuto a che fare con le calzature. In gioventù aveva con il fratello Nino un’azienda: producevano scarpe, poi l’ha venduta ma continuò a esercitare come hobby il mestiere di calzolaio. Io molto semplicemente giocavo con i suoi macchinari, costruivo custodie per la mia tromba. Poi per gli strumenti dei miei amici e dopo anche per chi non conoscevo! Si vedeva già in nuce l’artigiano ad Asti. In quegli anni, ero stregato dalla musica e il mio progetto era di costruirmi un futuro in quell’ambito. Stavo anche ottenendo buoni risultati, dopo il diploma iniziai le prime esperienze con orchestre di musica classica in giro per i teatri italiani, bei ricordi! Purtroppo, o per fortuna, le esigenze famigliari non mi permisero di continuare quella gavetta che necessariamente prevedeva ancora un lungo percorso e così, mentre aspettavo la chiamata per il militare, prendevo coscienza che al termine del mio anno da soldato avrei dovuto iniziare a lavorare e aiutare la famiglia, nonostante non sapessi ancora cosa avessi potuto fare.

Un giorno venni a sapere che, a Casale Monferrato, la Bistefani assumeva per periodi stagionali. Con mio fratello Nino decidemmo di andare a portare la nostra domanda di assunzione. All’uscita dell’azienda notai un centro commerciale appena costruito. Andammo a fare un giro, fino a quel momento io non credevo che il calzolaio potesse essere un mestiere redditizio! Non mi ci vedevo in una piccola bottega buia in disordine. Poi, camminando nella galleria dei negozi di questo centro commerciale, arriva la svolta. Un negozio da calzolaio in un bel contesto luminoso bello e pulito che faceva pure le chiavi! Ovviamente mi presentai e gli dissi che sarei stato un bravissimo apprendista.

Alla fine del militare iniziai a lavorarci e, dopo circa cinque mesi, iniziai il mio progetto. Cercai un negozio da affittare, lo volevo in una via centrale, lo trovai e cominciai la mia storia lavorativa di artigiano ad Asti. Non ero ancora pronto tecnicamente ma, con l’aiuto di mio padre e con quella spasmodica volontà di fare bene e distinguermi che ho sempre avuto, in poco tempo ottenni ottimi risultati. La mia attitudine, unita al rigore del metodo imparato dalla musica e alla capacità di vedere un risultato a lungo termine, sono state la ricetta che mi ha permesso di crescere velocemente. Ho aperto un secondo negozio ed insegnato a due amici i miei segreti, poi un terzo, coinvolgendo mio cognato. Dimenticavo: un’altra mia caratteristica è sempre stata la pazienza e il sorriso stampato in faccia. Insomma, quella smania di provare soddisfazione è sempre stata presente e mi ha permesso piano piano di evolvermi sempre. Con la duplicazione delle chiavi come prima sfida, poi è stato il momento delle chiavi auto elettroniche, successivamente le serrature delle porte blindate.

Insomma, io sono un artigiano ad Asti e sono un professionista, mi piace fare bene le cose!

Vision

Calzoleria, duplicazione chiavi, sostituzione serrature: unire servizi che singolarmente non avrebbero raggiunto una completezza commerciale ma che insieme generano una più ampia fidelizzazione della clientela.

Mission

Ci proponiamo di approfondire la materia tecnica specialistica sulla duplicazione chiavi e sulla sicurezza rivolta alle serrature residenziali per arrivare ad offrire un servizio  molto specializzato.

Values

La serietà del lavoro, l'attenzione estrema ai dettagli, la trasparenza del servizio, la cortesia, sempre.

Goals

Lavoriamo in zone periferiche, con una densità popolativa modesta, che richiedono un'attenzione particolare alla fidelizzazione e alla serietà professionale. Ci impegniamo per essere i migliori, per essere ricordati quando il cliente ha bisogno.

Il team

Davide, Nino, Kas: personalità differenti accomunate dalla passione per il lavoro fatto bene.

Davide artigiano ad Asti

Davide Zoppi

Così come lo vedi, accogliente e solare
Mr. Barbis Asti
NINO

Nino Zoppi

Serio ma non serioso, non riesce a star fermo!
Mr. Barbis Alessandria 1
KAS

Kas

Pieno di fantasia, sempre in cerca di novità.
Mr. Barbis Alessandria 2

La parola ai clienti

5/5
Mi sono recato da Mister Barbis per duplicare la chiave passiva della mia Ducati. Ho trovato persone preparate, gentili, disponibili, oneste e appassionate di quello che fanno. Duplicato della chiave impeccabile! Se avrò bisogno, ci tornerò sicuramente!
5/5
Veloci, gentili, ma soprattutto onesti e capaci ad esaudire ogni tua richiesta, top bravi!
20 +
Tipi di chiavi
1
Fornitori TOP
1
Anni di experienza